Il caso Svapo Web è chiuso?


Svapoweb è un rinomato e-commerce dedicato alla vendita di sigarette elettroniche e di prodotti affini, un sito web leader nel settore che conta migliaia e migliaia di clienti iscritti e fidelizzati.

Svapo web è un’azienda italiana al 100%, e al suo titolare, Arcangelo Bove, va riconosciuto il merito di esser riuscito a creare numerosi posti di lavoro in un periodo tutt’altro che semplice dal punto di vista occupazionale.

 

La vicenda giudiziaria che ha riguardato svapoweb

 

Negli scorsi mesi Svapoweb.it e il suo titolare sono stati protagonisti di una vicenda giudiziaria, la quale si è conclusa positivamente e, per fortuna, anche in tempi piuttosto celeri.

Nel variegato mondo dei media c’è stato chi aveva ipotizzato, pur senza alcuna base, che presso i magazzini di Svapo si fossero consumati dei gravi reati, dal riciclaggio alla ricettazione, in realtà l’azienda non ha commesso nessuna irregolarità, come confermato inequivocabilmente dal fatto che il Tribunale del Riesame di Benevento ha chiuso la vicenda con un’assoluzione totale.

 

Come è nata la vicenda giudiziaria

 

L’episodio che ha visto SVAPOweb protagonista di questa vicenda giudiziaria è legato a un controllo routinario che le Autorità avevano eseguito presso la sede dell’azienda: nell’occasione erano state trovate in magazzino delle merci ancora prive di fatturazione.

Il titolare Arcangelo Bove ha subito spiegato che le merci in questione erano giunte in azienda con un significativo anticipo rispetto alla data prevista, per tale motivo i suoi dipendenti dovevano ancora produrre le fatture relative.

A conferma della buona fede di Bove vi è il fatto che la legge stabilisce dei tempi massimi per la produzione delle fatture, e questi tempi non erano affatto stati violati.

 

Il temporaneo oscuramento dell’e-commerce

 

Arcangelo Bove è stato sempre molto fiducioso nella Giustizia, tuttavia è innegabile che l’azienda abbia dovuto superare dei grossi ostacoli nell’attesa della sentenza del Tribunale del Riesame di Benevento.

L’aspetto che più ha complicato le normali attività di quest’impresa è stato sicuramente il temporaneo oscuramento del sito web tramite cui www.svapoweb.it serve migliaia di clienti ogni mese, ed è inutile sottolineare che la cosa ha suscitato non poco stupore tra i tanti clienti dell’e-commerce, certi di acquistare presso un sito Internet affidabile e rinomato.

 

L’assoluzione totale da parte del Tribunale

 

Come si diceva in precedenza, per fortuna la Giustizia non ha avuto tempi lunghi, e a seguito della sentenza l’e-commerce è tornato subito online ed ha ripreso ad operare regolarmente.

L’assoluzione è stata totale, segno evidente del fatto che Bove non aveva commesso nulla di illecito, neppure un banale errore amministrativo.

Parallelamente a questo, ovviamente, ci sono stati anche degli altri risvolti: ANAFE, l’associazione di Confindustria dedicata ai produttori di sigarette elettroniche, ha subito riammesso Bove tra i propri associati dopo averlo temporaneamente sospeso.

É questa, dunque, la vicenda che ha visto protagonista Svapoweb, e sebbene come detto l’attività di commercio online sia stata sospesa per un breve periodo, l’azienda ha saputo conservare brillantemente la sua leadership nel settore in cui opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *