Trading online: di cosa si tratta?


Un nuovo modo di fare investimenti si è fatto largo nel mondo della finanza ed il successo è dovuto al fatto che è un mercato aperto a tutti in quanto non occorre avere risorse elevate, ciò permette di differenziare le tipologie di investimento e quindi di avere una migliore gestione dei risparmi: è il trading online.

Trading online: caratteristiche

Come il nome stesso dice, il trading online è una forma di investimento finanziario per la quale è necessario utilizzare una connessione internet. Questa peculiarità permette di abbattere i costi delle commissioni che nel modo di investire tradizionale vede commissioni elevate da pagare ad intermediari e banche.

Il trading online offre delle caratteristiche che lo rendono particolarmente appetibile, si tratta di un mercato globale accessibile cinque giorni a settimana, ma per 24 ore al giorno, ciò vuol dire non avere orari canonici e poter sfruttare anche le pause di lavoro per fare degli investimenti.

La gestione delle operazioni compiute spetta al trader che può chiudere ed aprire posizioni senza dover contattare prima la banca o l’intermediario, questa immediatezza permette di fermare l’esatto risultato voluto.

Un’altra peculiarità del trading online è rappresentata dalla possibilità di liquidare gli investimenti in breve tempo, cioè non è necessario attendere mesi o anni prima di conoscere e percepire i frutti del proprio investimento perché ogni operazione può essere chiusa anche dopo pochi minuti dall’apertura.

Non immobilizzare le somme permette quindi di fare molti investimenti in un breve arco temporale e di avere maggiori guadagni.

Prodotti

Il forex: scambiare coppie di monete

 

I prodotti con i quali è possibile fare investimenti nel trading online sono numerosi, o meglio sono gli stessi nei quali è possibile investire nel mercato tradizionale.

Il settore più conosciuto è sicuramente il forex o mercato delle valute, in cui si scambiano coppie di monete cercando di lucrare sulla differenza del valore tra il momento in cui viene aperta una posizione e il momento in cui la stessa è chiusa.

Il trading è anche il settore in cui è possibile applicare più strategie e in particolare lo scalping. Si tratta di una tecnica di investimento basata sulla teoria che qualunque sia il trend di un sottostante, al rialzo o al ribasso, lungo lo stesso vi sono delle oscillazioni di senso contrario e aprendo e chiudendo posizioni in breve lasso di tempo si possono sfruttare tali oscillazioni per avere dei risultati positivi.

Questa strategia prevede che ci siano piccoli guadagni sulle singole operazioni, ma il numero delle stesse può fare la differenza e permettere di avere buoni guadagni, inoltre consente di ridurre il rischio di perdite.

Le valute tra cui scegliere sono numerose e solitamente nella coppia è presente il dollaro in quanto moneta maggiormente utilizzata per gli scambi internazionali e quindi punto di riferimento importante nell’economia mondiale.

L’importanza del forex all’interno del trading online è sottolineata anche dal fatto che quotidianamente muove quantità enormi di denaro e in esso agiscono banche centrali, società, intermediari, banche private e singoli trader.

Cosa serve per fare trading online
Altri mercati accessibili con il trading online

Azioni, materie prime, indici

 

Se il forex è il più conosciuto, gli altri non sono da sottovalutare in quanto possono essere una buona fonte di guadagno. Si tratta in primo luogo del mercato azionario.

In questo caso si usano i “contratti per differenza”, questa precisazione è molto importante perché chi vuole investire nel mercato azionario attraverso la Borsa deve comprare dei pacchetti azionari il cui valore minimo è imposto, ciò implica un esborso a cui molti non possono far fronte, con la conseguente preclusione dell’investimento.

Nel trading online ciò non avviene perché il trader punta solo sul rialzo o ribasso del valore delle azioni e quindi può investire anche pochi euro.

La possibilità di liquidare in breve tempo l’investimento inoltre protegge da perdite elevate che in alcuni casi nel mercato azionario tradizionale hanno portato a perdite di interi patrimoni.

Oltre alle azioni, nel trading online è possibile investire su materie prime, commodity, come oro, petrolio, argento, anche in questo caso non è necessario comprare le materie prime, ma si investe sull’andamento previsto dei prezzi. Infine è possibile investire nel mercato degli indici, come il Dow Jones o il Cac 40.

Cosa serve per fare trading online

Piattaforme e conto

 

Per fare trading online è necessario avere un intermediario che collochi le proprie operazioni sul mercato, si tratta di broker finanziari regolamentati che danno accesso ad una piattaforma da cui si inviano ordini che automaticamente vengono immessi nel mercato.

Le piattaforme messe a disposizione sono diverse e le opzioni tra cui scegliere dipendono dal broker e in alcuni casi sono la discriminante da utilizzare per scegliere un broker.

Una buona piattaforma, oltre ad essere in grado di mostrare ad ogni trader grafici aggiornati in tempo reale ed informazioni personalizzate in base al proprio modo di investire, deve essere anche altamente ricettiva, cioè in grado in un brevissimo lasso di tempo di eseguire gli ordini immessi in modo che il trader non abbia perdite dovute al tempo che trascorre tra l’immissione dell’ordine e l’esecuzione dello stesso.

Le continue oscillazioni dei valori, infatti richiedono velocità di esecuzione.
Per poter operare oltre a registrarsi presso un broker e scegliere una piattaforma, è necessario anche aprire ed alimentare un conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *