Come riconoscere un bravo dentista


Come scegliere il miglior dentista possibile?

Dobbiamo cominciare inizialmente con un passo forse un po’ troppo scrupoloso ma necessario; verificare che sia regolarmente iscritto all’albo degli odontoiatri presso l’ordine dei medici. Il controllo è molto semplice, basta andare all’indirizzo internet http://portale.fnomceo.it e inserire il nome del medico cliccando su “ricerca anagrafica”.

quali sono i dentisti più bravi di Palermo

Sala d’attesa

Non farci abbindolare da un sala extra lusso, molte volte viene usata come specchietto per le allodole.

Igiene locale: Pulizia della poltrona dove ci si siede, il dentista dovrà usare guanti e mascherina ma soprattutto dovrà usare, per legge, un kit imbustato e sterilizzato. Anche i puntali delle siringhe aria-acqua del riunito vengono di solito cambiati. Gli strumenti rotanti invece dovranno essere sterilizzati in appositi autoclavi. Tutte queste pratiche sono sempre effettuate dai dentisti di Palermo dello studio Soluzione Sorriso.

Studio operativo: Dovrà essere presente un microscopio operatorio, oltre ad essere un attrezzatura costosa (il che non guasta mai) renderà le cose ben visibili; in odontoiatria l’ordine di grandezza delle misure è la frazione di millimetro. Non è lontanamente pensabile pretendere di lavorare bene ad occhio nudo.

Sensazioni personali: E’ importante che il dentista ispiri fiducia, sappia mettere a proprio agio il paziente e ascolti minuziosamente tutti i dati che gli verranno forniti.

Visita di controllo

Non deve essere fatta in pochi minuti quindi, generalmente, non sarà gratuita. I costi di uno studio odontoiatrico all’avanguardia sono tali da non consentire visite gratuite. Il preventivo dovrà essere accuratamente dettagliato e questo lo sanno bene i dentisti Palermo di Soluzione Sorriso dove il paziente è sempre al centro delle loro cure e la sua situazione particolare viene studiata al dettaglio.

Diagnosi

Il bravo dentista, o medico in generale, è sempre quello che cerca di prevenire e poi curare.

Uso della diga: la diga è un foglio gommoso che serve ad isolare i denti sani da quelli da curare, evitando contaminazioni della saliva e dell’alito durante una devitalizzazione e otturazione. La procedura risulterà un po’ scomoda e noiosa, ma sarà un buon passo per denotare nel dentista una scrupolosità tale da renderlo un professionista serio.

Tempo terapia

Il tempo che viene impiegato generalmente per una terapia canalaria non deve essere inferiore ai 40/60 minuti. Il dentista dovrà essere meticoloso, soprattutto con l’impronta che, se presa più volte, non sarà segno di una sua incapacità nello svolgere l’operazione (ogni impronta effettuata ha dei costi ulteriori), bensì per avere un riscontro più accurato e gettare così le basi per iniziare il lavoro al meglio.

Conclusioni e consigli

Bisogna studiare bene lo studio dentistico ed i dottori che vi sono all’interno per riuscire a capire a chi affidarsi e come poter davvero risolvere le proprie problematiche dentali.

Se non avete uno studio che vi ispira fiducia ed abitate in Sicilia il consiglio è quello di rivolgervi ad i migliori dentisti a Palermo e dintorni dello studio Soluzione Sorriso per ottenere un servizio in linea con le vostre aspettative e risolvere una volta per tutte tutto ciò che afflige la vostra bocca e dentatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *