Cos’è e come funziona la borsa virtuale italiana


Decidere di giocare in borsa, al giorno d’oggi, non è molto semplice, ma allo stesso tempo si potrebbe dire che la questione viene semplificata grazie ad internet. Di seguito, infatti, vedremo come funziona la borsa virtuale e tutti i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano.

Innanzitutto, la borsa virtuale italiana non è altro che un simulatore che permette di creare un portafoglio di titoli totalmente virtuale. Ricordando sempre che si tratta di un simulatore, i titoli possono essere venduti oppure comprati a proprio piacimento e ciò si potrebbe definire come un tentavo di fare pratica. Ovviamente, i titoli a cui il programma fa riferimento appartengono al mercato italiano. Inoltre, la borsa virtuale permette anche di investire un certo capitale per analizzare la sua crescita o decrescita. Tutto ciò permette di fare esercizio per diventare trader professionisti e familiarizzare, quindi, con le dinamiche che colpiscono il mercato italiano. Per accedere al servizio, infine, basta semplicemente creare un account con nickname e password per poi creare un portafogli personale.
Attraverso gli investimenti fatti in questa piattaforma, si partecipa automaticamente a gare con altri trader, da cui nasceranno classifiche sempre virtuali.
Lo scopo principale della piattaforma sarebbe quello di permette transazioni e spostamenti riguardanti titoli quotati in borsa, compresi i titoli quotati sui migliori mercati italiani. Grazie ad essa è possibile testare diverse strategie di trading e ciò non vale solo per i professionisti ma anche per i principianti che hanno voglia di mettersi in gioco.

In secondo luogo definiamo i vantaggi, i quali sono numerosi. Il primo vantaggio, anche se non evidente, è la possibilità di simulare investimenti e di trarne delle conoscenze da questi. Prima delle digitalizzazione, infatti, l’unico modo per fare pratica era prepararsi teoricamente grazie agli appositi manuali e perdere un pò di capitale a causa di investimenti sbagliati che però permettevano di non ripetere gli stessi errori. Oggi, tutto ciò avviene senza costi aggiuntivi semplicemente grazie a simulazioni di questo tipo. Grazie alla Borsa virtuale, infine, è possibile creare fino a 5 portafogli con cui esercitarsi e ai quali si può aggiungere anche l’opzione short-selling in modo da capirne le dinamiche di funzionamento.

Gli svantaggi di questo simulatore, però, ne sono altrettanti e comprendono più che altro delle limitazioni in quanto si tratta di una demo gratuita. Uno di questi è il fatto che attraverso il simulatore non è possibile assistere alle operazioni di indebitamento sul proprio conto. Ciò porta degli svantaggi tecnici in quanto limita la preparazione del principiante rispetto ai cambiamenti veloci del mercato e in aggiunta a ciò non lo prepara neanche emotivamente parlando, considerando che il principiante in questo caso non prenderà in considerazione il fatto che dovrà assistere ad eventuali perdite di denaro. Per quanto concerne le limitazioni, invece, una di esse riguarda la possibilità di utilizzare gli strumenti finanziari, i quali non sono tutti disponibili per i vari mercati finanziari italiani.

Per concludere, le norme generali da seguire su questa piattaforma sono diverse. Innanzitutto, lo scopo principale è quello di esercitarsi a fare trading online e per questo bisogna prima di tutto creare un account inserendo il nome e la password. In secondo luogo, come già detto, sarà possibile creare il proprio portafoglio che potrà raggiungere la quota di 10000 euro iniziali. Infine, il trader può registrarsi sul sito ufficiale della Borsa Italiana per creare una lista dei propri titoli visibile a tutti. Attraverso la lista si può seguire l’andamento stesso dei titoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *