Guida al fotovoltaico fai da te


La nuova era del fotovoltaico.

Se il vostro problema sono le bollette salate e non avete tempo da dedicare alle pratiche burocratiche, creare un impianto fotovoltaico fai da te potrebbe essere la soluzione a tutti i vostri problemi, con un piccolo investimento di denaro iniziale potrete infatti crearvi l’energia che vi serve per le normali attività quotidiane e addirittura venderne una parte.

L’installazione di un impianto di questo genere è facile e veloce e vi permetterà di accumulare l’energia in delle batterie completamente distaccate dall’impianto elettrico tradizionale, insomma una vera e propria rivoluzione dal punto di vista dei costi e dei consumi.

Quale kit acquistare?

Sul mercato ci sono numerose tipologie di impianti fotovoltaici, alcuni vengono venduti con componendi singoli, altri in veri e propri kit che hanno il vantaggio di avere i componenti compatibili tra loro senza dover far preoccupare l’acquirente delle eventuali possibilità di usarli insieme ad altri elementi creando magari delle problematiche all’intero sistema. I kit possono essere comprati in uno dei tanti siti internet presenti in rete, per la maggior parte dei casi si tratta di serie composte da 12 o 13 pezzi di pannelli fotovoltaici, un inverter, una centralina DC/AC, cavi, portafusibili, impianti di sicurezza e elementi per il fissaggio. Generalmente un kit ha un costo medio che si aggira tra i 3000 e i 4000 euro.

Come iniziare?

Se volete installare un impianto fotovoltaico tenete in considerazione che bisogna rendere partecipi gli enti coinvolti nella convogliazione dell’energia ed adempiere ad alcune pratiche per poterlo utilizzare in sicurezza ed in autonomia. Qualora voleste istallare qualche pannello non vi sarà richiesto nessun permesso, se il numero però dovesse superare i 4/5 pezzi si renderà necessario rivolgersi all’Enel per quanto riguarda l’allacciamento alla rete elettrica, all’agenzia delle entrate per poter usufruire degli sgravi fiscali per opere di ristrutturazione dell’immobile e al GSE per poter permettere al contraente di beneficiare del cosiddetto “Scambio sul posto”.

Il futuro chiama, il fotovoltaico risponde

In un’epoca come la nostra dove le energie rinnovabili stanno prendendo sempre più piede, il fotovoltaico è un’innovazione alla quale si deve iniziare a pensare con uno sguardo rivolto sempre in avanti, ovvero verso un futuro collettivo.

Questa è la guida al fotovoltaico fai da te 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *