Barbaresco Gaja


Quando parliamo di unire tradizione e innovazione in ambito enogastronomico, il primo valido esempio che ci dovrebbe saltare in mente è sicuramente il Barbaresco Gaja. Si tratta di uno dei rossi italiani più famosi ed apprezzati, sia nel nostro paese ma anche e sopratutto all’estero, ma perchè abbiamo voluto citare proprio questo vino sopra a tutti gli altri con una storia simile?

La famiglia Gaja ha avuto il merito di saper trasformare ed evolvere i propri processi di coltivazione e produzione già quando ancora questa evoluzione era ai suoi primi stadi, così acerba eppur così promettente, tanto da spingere un’ intera famiglia ad investire su di essa con coraggio. Questa nuova direzione ed il modus operandi rinnovato hanno portato il Barbaresco Gaja ai livelli di eccellenza attuali.

Tutti i tratti che lo caratterizzavano in passato sono tutt’ora presenti ma ottenuti tramite processi produttivi diversi, più immediati e meno costosi. In particolare questo ultimo aspetto combinato con la versatilità degli abbinamenti a cui il Barbaresco Gaja si sposa bene, lo rendono ad oggi uno dei migliori vini da tavola che un consumatore può desiderare di provare.

Dal colore rosso granato scuro, il Barbaresco Gaja presenta profumi tipici che richiamano la frutta e le spezie, in particolare liquirizia e mora, mentre il sapore in bocca ricorda la frutta rossa, sopratutto ciliegia e prugna. Servito ad una temperatura ideale di 18-19 gradi è, come abbiamo detto, un abbinamento molto versatile ma da il meglio di sè coi primi piatti e gli arrosti.

Assolutamente da provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *