Cos’è il parquet per esterni?


Le pavimentazioni in legno per esterni chiamate anche decking vengono fatte con materiali legnosi resistenti alle intemperie climatiche e ad attacchi di muffe e batteri, cause maggiori per il deterioramento del legno.

LEGNO USATO MAGGIORMENTE
Teak, l’Ipe, L’iroko, bambù, frassino termotrattato e pedra sono legnami maggiormente usati per la creazioni di parquet da esterni visto le loro caratteristiche di resistenza all’acqua e ad muffe e batteri.

PARQUET OGGI
Ad oggi il parquet viene usato per bordi piscina, giardini, marciapiedi, terrazze, pedane, locali, passerelle, pontili, ecc.

come usare il pavimento per esterni

MANUTENZIONE DEL PARQUET DA ESTERNO
Un buon metodo per mantenere “vivo” il parquet che con il tempo comunque tende a rovinarsi:

1) LEVIGATURA
levigare il parquet con carta abrasiva(solo se il parquet è molto rovinato)
2) LAVAGGIO
fatto con la levigatura procedere con il lavaggio del parquet con prodotti appositi
3) IMPREGNANTI
appena fatto asciugare completamente il parquet con impregnanti ad olio distribuendolo in modo uniforme, aspettare infine 24-48 che l’olio impregnante si asciughi completamente

METODI DI MONTAGGIO
Ci sono vari metodi per montare il parquet dal punto di vista estetico tenendo conto dell’illuminazione naturale, vi presento alcune geometrie tra le più popolari:

POSA A CORRERE
La posa a correre è quella con i listoni di varie dimensioni.

CASSERO REGOLARE
Il cassero regolare è il metodo di messa in posa del parquet con i listoni dello stesso formato.

A SPINA DI PESCE
In questo metodo i listoni vengono disposti a 90° in file parallele tra loro, la posa può essere diagonale o dritta,per realizzare una buona messa in posa con questo metodo si parte dal centro del pavimento da coprire col parquet

UNGHERESE
Con questo metodo la messa in posa deve essere realizzata tagliando con inclinazione 45° o 60° i mattoncini, può essere abbinata col metodo a fascia e bindello che vedremo dopo

A MOSAICO
Questo metodo si può realizzare formando dei quadri con i listoni o mattoncini di parquet, in lunghezza sono un multiplo della larghezza, anche questo metodo può essere abbinato al metodo fascia e bindello.

FASCIA E BINDELLO
Questa messa in possa non è altro che il metodo con messa in posa differente tra finitura e centro della pavimentazione.

TECNICHE DI POSA
Ora andremo a vedere 3 tecniche per la messa in posa del parquet: incollata, flottante e inchiodata, andiamo a vedere come si praticano

INCOLLATA: Questa tecnica viene usata sia per parquet prefinito che per quello in legno massiccio, i mattoncini vengono incollati direttamente sul piano di posa, per un naturale assestamento del legno la colla non viene messa sui fianchi.

FLOTTANTE: è la più usata per la messa in posa ad incastro, i listoni vengono posati sopra un isolante acustico e ad un foglio di polietilene, va lasciato uno spazio di pochi millimetri dalle pareti che verrà coperta, in seguito,dal battiscopa

INCHIODATA: Prima della messa in posa del parquet con questo metodo va realizzato sul piano di posa un massetto di cemento con quale vanno messi dei legni detti magatelli, una volta asciugato il massetto viene applicata la messa in possa del parquet.

Per maggiori info sulle pavimentazioni in legno per esterni consultare il sito www.paral.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *