Le preghiere della sera e del mattino : Quali sono?


Quante volte, durante il giorno, rivolgiamo il nostro pensiero a Dio? Forse spesso lo dimentichiamo, eppure, affidarsi a Lui ogni giorno ci renderebbe più forti nella fede e capaci di affrontare con miglior animo la giornata.

Rivolgerci, dunque, al nostro Creatore, confidare a Lui le nostre ansie, le difficoltà e rendergli grazie per il bene che ci circonda è un’abitubine che dovremmo assumere quotidianamente, da buoni cristiani.
Molti sicuramente ricorderanno i consigli della propria madre quando, insegnandogli le prime preghiere, li invitava a recitarle insieme a lei prima di addormentarsi.
Invece, l’immagine di un dolce bambino inginocchiato ai piedi del letto con le mani giunte mentre esprime i suoi desideri a Dio, rivolgendo a Lui una preghiera, è un’immagine molto romantica che spesso ci viene riproposta nei film.
Proviamo a imitare queste azioni quotidianamente.
Di seguito alcuni suggerimenti per recitare la preghiera del mattino e della sera, illustrandovi quali sono le più indicate.

La preghiera del mattino.

Su un vecchio libro delle preghiere, consumato e stropicciato, una pagina descrive la giornata del cristiano e riporta questi consigli: al mattino fa di alzarti presto e ad ora fissa. Appena svegliato alza il pensiero al Creatore, fa il segno della Croce, dì una Ave Maria e vesti con modestia. Poi, inginocchiato ai piedi del letto, recita le preghiere del mattino. Indi pensa un momento a ciò che dovrai fare nella giornata: dividi bene il tempo e offri al Signore tutte le tue azioni.

Appena svegli, non c’è modo migliore di affrontate il nuovo dì consacrandolo a Cristo: “offro a Te questo giorno, Signore!” Dunque, ringraziamo Dio per la nuova giornata che ci offre e affidiamo alla Lui quello che ci riserva; invochiamo la protezione della Madonna e la presenza rassicurante del nostro Angelo Custode.

Ma qual è la preghiera del mattino che ci permette di rivolgere le giuste parole a Dio?
Eppur vero che ciascuno, nella propria intimità, può rivolgersi a Lui come vuole, ma spesso la recita di preghiere ben strutturate ci aiuta nel dialogo con l’Altissimo. Ad esempio, tra le più note e la più riportata nei testi, insegnateci anche al catechismo, c’è la preghiera intitolata “Ti Adoro”; essa consente di esprimere con fede sia una formula di ringraziamento che di offerta, nonché la richiesta di protezione e di affidamento dei propri cari. La preghiera inizia con un atto di adorazione, come richiamato dal titolo: Ti Adoro mio Dio e ti amo con tutto il cuore.
Questo e altri testi adatti per la preghiera del mattino li potete trovare sul sito preghieredelmattino.it, come ad esempio: “A Dio Padre”, “Al mattino”, “Offerta della giornata a Maria” e tante altre.

La preghiera della sera.

Continuando a leggere il “Libro delle preghiere” dalle pagine ingiallite, seguono i consigli del buon cristiano per la sera: recita il santo Rosario con i tuoi di casa, prima di coricarti esamina quello che hai fatto nel giorno; recita le preghiere. Segnati con l’acqua benedetta e, con i pensieri lieti e santi, addormentati nel Signore.

Al termine del giornata, infatti, è bene fare un breve esame di coscienza, riflettendo su quanto fatto, quindi offrire le buone azioni a Cristo e chiedere perdono per eventuali mancanze.

Qual è la preghiera della sera?

La stessa formula del “Ti Adoro” modulata per la sera è tra le preghiere più conosciute, altri testi li potete sempre consultare su preghieredelmattino.it, scegliendo quella che più vi piace per rivolgervi a Cristo e alla Madonna.
Ad accompagnare la preghiera della sera, si può recitare anche un Padre Nostro, un’Ave Maria, un Gloria e un Angelo Custode.

Sapete, invece, come prega il Papa alla sera?

Qualche tempo fa, durante una catechesi, il Santo Padre confidò ai fedeli come lui stesso si rivolgesse a Cristo prima del riposo notturno. Disse di recitare questa breve preghiera: “Signore, se vuoi, puoi purificarmi!” A questa fa seguire cinque Padre Nostro, uno per ogni Piaga, perché sostiene: “Gesù ci ha purificato con le Sue Piaghe”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *